Prada

Prada

Sono passati 60 anni da quel lontano novembre 1958, quando venne inaugurato il primo impianto di Mottolino. Da quella data, uomini e donne hanno lavorato ininterrottamente e con infinita passione portando la società ad essere una fra le più rinomate delle alpi. Il primo ski-lift di Livigno viene costruito al Mottolino nel novembre 1958. Oggi, durante la stagione invernale, Mottolino conta fino a 150 collaboratori suddivisi fra uffici amministrativi, rifugi, impianti di risalita, innevamento, manutenzione piste, snowpark e noleggio.

Sono passati 60 anni da quel lontano novembre 1958, quando venne inaugurato il primo impianto di Mottolino. Da quella data, uomini e donne hanno lavorato ininterrottamente e con infinita passione portando la società ad essere una fra le più rinomate delle alpi. Il primo ski-lift di Livigno viene costruito al Mottolino nel novembre 1958. Oggi, durante la stagione invernale, Mottolino conta fino a 150 collaboratori suddivisi fra uffici amministrativi, rifugi, impianti di risalita, innevamento, manutenzione piste, snowpark e noleggio.

Mottolino

Sono passati 60 anni da quel lontano novembre 1958, quando venne inaugurato il primo impianto di Mottolino. Da quella data, uomini e donne hanno lavorato ininterrottamente e con infinita passione portando la società ad essere una fra le più rinomate delle alpi. Il primo ski-lift di Livigno viene costruito al Mottolino nel novembre 1958. Oggi, durante la stagione invernale, Mottolino conta fino a 150 collaboratori suddivisi fra uffici amministrativi, rifugi, impianti di risalita, innevamento, manutenzione piste, snowpark e noleggio.

Sede del progetto: Livigno.

 

Richiesta del cliente: casellari portaoggetti e porta cellulari, dove liberarsi e riporre guanti, caschi, maschere da sci e telefoni cellulari con la possibilità di ricaricarli e frequentare in libertà bar e zone ludiche del locale durante e dopo lo sci.

Soluzione: produzione di 200 lockers per la sede museale e 70 per il cinema con top in allumino satinato di 6 mt. di lunghezza costruiti e posati in opera senza giunte, sopra i lockers vengono posizionati i sostegni portabiti costruiti con tubolari in acciaio inox lucidati. Vengono inoltre realizzati dei contenitori modulari per gli ombrelli con una soluzione interessante che con un semplice spostamento di una griglia in alluminio li trasforma in contenitori per zaini.

Sede del progetto: Livigno.

 

Richiesta del cliente: casellari portaoggetti e porta cellulari, dove liberarsi e riporre guanti, caschi, maschere da sci e telefoni cellulari con la possibilità di ricaricarli e frequentare in libertà bar e zone ludiche del locale durante e dopo lo sci.

Soluzione: produzione di 200 lockers per la sede museale e 70 per il cinema con top in allumino satinato di 6 mt. di lunghezza costruiti e posati in opera senza giunte, sopra i lockers vengono posizionati i sostegni portabiti costruiti con tubolari in acciaio inox lucidati. Vengono inoltre realizzati dei contenitori modulari per gli ombrelli con una soluzione interessante che con un semplice spostamento di una griglia in alluminio li trasforma in contenitori per zaini.

previous arrow
next arrow
Slider